Etnografia digitale

Home Servizi Etnografia digitale

Prima della nascita del web, dei blog, dei social network le persone comunicavano in maniera più moderata, esistevano dei limiti di tempo, di spazio, di media che non consentivano di creare un quadro chiaro dei sentimenti rispetto a precise tematiche
Le istituzioni, le aziende, le organizzazioni dovevano affidarsi a strumenti di campionamento statistico, di sistematica raccolta, conservazione ed analisi dei dati relativi a problemi connessi al marketing dei beni e dei servizi.

Netnografia” è un neologismo che combina tra loro le parole Internet e Etnografia, si tratta di un metodo di ricerca di matrice etnografica che consente al ricercatore di immergersi nelle conversazioni online dei consumatori ed estrarne informazioni significative.

Il termine è stato coniato dal sociologo e marketer Robert Kozinets nel 2010, il quale sviluppa questo metodo all’interno dei domini teorici del Marketing tribale e della Consumer culture theory, e sviluppato in Europa dal Centro Studi Etnografia Digitale, co-diretto dai ricercatori Adam Ardvisson e Alex Giordano, configurando la Netnografia come un metodo di ricerca qualitativa precipuo allo studio della cultura di consumo online, sia per finalità sociologiche che di marketing.

Attraverso l’impiego di tecniche di osservazione naturalistiche (ovvero dirette non intrusive), la Netnografia riesce ad arrivare al cuore dei contesti in cui gli utenti producono e riproducono le loro esperienze di consumo, portando così alla luce tutta una serie di insight commerciali di rilievo, utili ad orientare le strategie di business e di marketing delle aziende.

La netnografia, grazie alla sua capacità sistematica di ricostruire gli ambienti e le culture di consumo online, permette ai marketer di tradurre gli insight emersi dall’analisi scientifica delle conversazioni dei consumatori in azioni significative in diversi asset strategici come Brand Reputation, Product innovation, Communication Design, Customer Satisfaction, Crowdsourcing.” (fonte wikipedia)

Noi siamo convinti che la Netnografia sia uno strumento interessante ed intelligente per migliorare il mondo per partecipare alla realizzazione di quell’ambizioso e possibile e necessario progetto di vita in comune che sono le Smart City (città intelligenti): ambienti urbani in grado di agire attivamente per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. La tecnologia in queste città si sostituisce all’Agorà, una dimensione in cui il privato incontra il pubblico, oggi rappresentata dalla Rete, dall’infosfera; una mole enorme di informazioni, commenti e contenuti che gli utenti lasciano spontaneamente in giro per la rete, tra social network, community, forum e blog.