La palestra della creatività: il manifesto.

La Palestra della Creatività e dell’Innovazione  è punto di riferimento per tutti coloro che lavorano e si interessano di web, economia della conoscenza, imprenditoria giovanile, startup ed innovazione.

La Palestra della Creatività ha come obiettivo di contribuire alla conoscenza e alla condivisione delle informazioni e delle dinamiche del mondo della tecnologia e dell’innovazione.

La Palestra della Creatività ha l’ambizione di coniugare le potenzialità del territorio con l’economia digitale, il locale con il globale, nel tentativo di creare le condizioni di un nuovo sviluppo non tanto basato sulle possibilità di attivare risorse economiche, quanto piuttosto di mettere in moto energie fresche, idee e progetti innovativi.

Impegnarsi in prima persona con il proprio bagaglio di esperienza è stato il punto di partenza delW.I.K.I. DAY 2012 che ha rappresentato il primo passo verso la costituzione di un gruppo di professionalità e personalità che lavorano nel mondo dell’hi-tech , della comunicazione, del marketing, della creatività.

Dopo questo primo momento di confronto vogliamo porre un perimetro alle nostre iniziative, nello specifico:

● Aprire, collaborare e condividere sui temi cari alle nuove professioni del web

● Supportare la digitalizzazione della pubblica amministrazione

●  Mettere in rete enti, imprese, centri di ricerca ed innovatori

● Valorizzare e diffondere conoscenza grazie alle esperienze di giovani startupper lucani

● Proporre l’istituzione di zone franche con agevolazioni fiscali per la nascita di start up

Partiamo dall’assunto che la creatività deve essere lasciata libera, per produrre quella contaminazione culturale che fa bene agli attori stessi ed al territorio nel suo insieme.

Il  W.I.K.I. DAY 2012 ha dimostrato la capacità di aggregare una pluralità di attori pubblici e privati locali attorno ad un unico progetto innovativo ed aperto.

Per questo la  La Palestra della Creatività si candida a diventare enzima catalizzatore tra gli attori del territorio, al fine di creare un ecosistema locale favorevole alla nascita della nuova economia digitale.

Open data, approccio documentale, social media marketing, smart city e smart communities sono i punti di avvio di un lungo persorso verso un futuro che ormai e’ presente.

Per rendere la regione competitiva serve completare il progetto della società della conoscenza, consentire l’accesso alla rete ultralarga, istituzionalizzare l’open data, realizzare una zona franca estesa a tutto il territorio regionale per consentire investimenti a favore di imprese giovanili e innovative.

Per la Palestra della Creatività: Enzo Fierro, Maria Carmela Berterame, Massimo Bilancia, Michele Cignarale, Rocco De Rosa, Roberto Marmo, Stefano Passatordi, Luigi Rossini.